Le fertilità

Sono sempre più numerose le coppie che si ritrovano loro malgrado a constatare quanto sia difficile arrivare ad una gravidanza.  Vuoi per l’età dei partner, vuoi per lo stile di vita, vuoi per le condizioni fisiche, stando ai dati rilasciati dal Ministero della Sanità 1 coppia su 5 deve fare i conti con problemi di fertilità.

Fattori indispensabili per la nascita di un bambino sano sono un buon numero di ovociti prodotti dalla donna e altrettanti spermatozoi prodotti dall’uomo. Fin qui non stiamo dicendo nulla di trascendentale ma se a questa informazione si aggiunge qualche piccolo ma fondamentale dettaglio la visione in merito cambia completamente.

Le donne, con l’aumentare dell’età producono per natura sempre meno ovociti e l’età in cui inizia questa parabola in discesa è 26 anni. Questo per quanto riguarda la parte femminile.

Ma le brutte notizie non sono finite.

A causa di numerosi fattori ambientali (inquinamento e stile di vita in primis) negli ultimi 50 anni si è dimezzata la qualità degli spermatozoi che l’uomo produce.
Se mettiamo assieme questi due soli elementi il quadro della situazione – ovvero il perché siano così numerose le coppie che devono fare i conti con il desiderio di un figlio che non arriva – è molto molto chiaro.
A queste due grandi cause potrebbero poi aggiungersi altre alterazioni – sia in fase di formazione delle cellule uovo o degli spermatozoi – o ancora fattori in grado di ostacolare la fusione della cellula uovo e dello spermatozoo.

Questo è il motivo per cui, soprattutto noi addetti ai lavori, suggeriamo alle coppie che riscontrano già nei primi 6/12 mesi ritardi nel diventare genitori di rivolgersi presso le strutture preposte alla medicina della riproduzione per non sciupare del tempo che potrebbe poi rivelarsi preziosissimo.

E’ fondamentale capire fin da subito quale siano le cause della sterilità perché solo in questo modo sarà possibile  stabilire qual è la terapia più adatta alle esigenze dei singoli pazienti.

Sterilità