luglio – acqua frutta e verdura

Luglio della tradizione contadina

Nel mese di luglio, canta il grillo e canta la quaglia, tutte le erbe diventano paglia; viene il caldo del solleone, e il ghiotto mangia il buon melone.

Luglio è il mese del caldo e delle campagne ricoperte  dalle spighe di grano secco che verrà mietuto

Luglio per noi

Serve acqua e zucchero quando si fa sentire il caldo, quando si suda servono sali minerali, un mese come luglio capace di seccare le spighe di grano dobbiamo affrontarlo nel migliore dei modi.

Cibi freschi ricchi di acqua, perchè no anche dolci, ecco il proposito per nutrire e curare il nostro corpo nel luglio estivo e per esporlo anche un po’ al sole.

Basta poco

Sarà un piacere addobbare la tavola. Cucinando con poco, usando solo cio’ che la terra offre: bellissime verdi insalate di tutte le specie,  colori acccesi del frutti  estivi che allietano i commensali e rallegrano lo sguardo.

L’estate è  stagione di insalate, ricche e saporite, varie e multicolori, ma è stagione anche di frutta, cocomero e melone freschi e gustosi. Ricordo come abbiamo sottolineato nelle puntate precedenti frutta e verdura di stagione, conveniente, che mantiene tutte le sue proprietà. Senza conservanti  e con pochi chilometri addosso.

Al mercato

Allora via al mercato del mercoledì, con l’intenzione di comprare proprio tutte le frutte e le verdure, così da riempire occhi pancia e spirito.

Tuttavia con il cestino di oggi al posso anche fare un programma “dietetico”per recuperare le energie portate via dalla calura e dal  sudore per qualche sforzo sportivo, riempire di forza nuova i miei muscoli e idratare la mia pelle.

Qundi, a me le albiccocche “poca spesa molta resa” come si dice, poi ciliegie e preziosissime prugne ricche di sali minerali, loro mi aiuteranno a reintegrare quelli persi con il sudore. Prugne, anche più utili  perchè contengono antiossidanti.

che sappiamo essere preziozissimi per la salute della  nostra pelle per proteggerla contro l’invecchiamento. Sarà come fare un trattamento di bellezza.

Questi che vedo sul banco sono una montagna di meloni, decido di non farmeli mancare. Qua nel cestino, eccolo, il mio melone, lo annuso (perchè si fa così dicono) si, profuma e ha un bellissimo colore. E’ dissetante, praticamente tutta acqua,  ma contiene vitamine e sali minerali. Con le buccie, mia sorella, dopo averlo mangiato, si massaggia la pelle, il melone, infatti, ha una azione calmante e rinfrescante  e se la pelle è stata esposta al sole è un tocco magico di refrigerio.

Ma col melone potrei anche vederci meglio! infatti, tra le vitamine che nasconde, la A e la C la fanno da padrone e queste sappiamo aiutano a mantenere gli occhi in buona salute. Se ci vedo bene, costa anche poco, molto meno di un trattamento estetico e di una visita oculistica quindi via, dentro il mio cestino.

Ortaggi

Adesso un po’ di ortaggi

Che dire di pomodori (potassio e fosforo per la mente e e per i muscoli) e basilico?  Prendo anche due cetrioli, poche calorie, ottimi per chi segue una dieta, un particolare acido che contengono è capace di contrastare la trasformazione di carboidrati in grassi. Si chiama acido tartarico. Per oggi che vado al mare la spesa è fatta, sarà perfetto. Stasera mi faccio ispirare dal prossimo banchetto prima che il caldo salga potente sul mercato.

Trovato!: melanzana anche questo ortaggio ricco di sali minerali di fibre e di potassio, vitamine, la C in particolare. Queste le compro e prendo anche un po’ di  Fagiolini con tanta tanta vitamina A  e per restare in tema, sali minerali

Riepilogando

Insomma e riepilogando, a luglio mettiamo nel carrello tutte queste leccornie, che ci aiutano a restare belle con la pelle liscia, idratata e  in forma, se c’e’ qualche chilo di troppo niente paura, questo è il momento di nutrirci perdendo anche peso in eccesso.

I cibi così come sono andrebbero cucinati in maniera semplice e naturale per conservarne le proprietà salutari, questo è proprio il caso dei frutti di Luglio che non hanno bisogno di essere elaborati, il sole da loro sapore e gusto in abbondanza.

Mammalillid

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva