I centri di Pma: come scegliere quello giusto

In Italia sono 1/5 le coppie che non riescono ad avere bambini e che ricorrono alla fecondazione medicalmente assistita e la strada può essere lunga e faticosa sia a livello fisico che psicologico. Per cui è fondamentale agire tempestivamente e individuare subito il centro più adatto alle proprie esigenze. Non sempre la soluzione è un viaggio all’esterno anzi, in Italia esistono diverse eccellenze in campo di PMA. Quindi il compito più difficile è come scegliere il centro giusto. Prima di tutto è il caso di consultare il registro nazionale dei centri di PMA sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità.

La vicinanza a casa può essere un punto a favore in alcuni casi, ma se ci si affida ad un centro dove si è seguiti in tutto, dall’inizio alla fine cioè dai primi esami fino alla crioconservazione (congelamento e stoccaggio degli ovociti) allora vale la pena spostarsi anche di alcuni km trattandosi di eccellenze.

Nell’analisi della struttura accertatevi poi che la clinica abbia un proprio laboratorio interno all’avanguardia e che rispetti le norme vigenti e una sala criobiologica dove avviene la crioconservazione degli ovociti/blastocisti. Questi due locali poi devono essere dotati di un sistema di accessi controllato oltre che di validi e sofisticati sistemi di monitoraggio per garantire interventi tempestivi ed evitare danni al materiale biologico.

Altro punto di non poca importanza, che spesso è sottovalutato, è la sala operatoria – intesa nel vero e proprio termine – che deve seguire le linee guida dettate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in merito agli standard di sicurezza, perché nulla è da escludere nemmeno nel più banale degli interventi.

Accertatevi poi che la struttura abbia apposite stanze dove trascorrere la breve degenza post pick up, che richiede una piccola anestesia, e post transfert in modo che la paziente sia seguita da personale specializzato e possa vivere nella riservatezza di coppia questi particolari momenti.

E’ parte del nostro approccio alla medicina affidarci ad occhi chiusi ai cosiddetti luminari e professori in merito, ma senza nulla toglie a questa categoria, non lasciatevi fuorviare solo da queste cose.

Ciò che fa di un centro di PMA un’eccellenza è tutto lo staff che passa certo attraverso il ginecologo ma anche attraverso i biologi, gli infermieri, l’andrologo l’anestetista ed anche il personale di segreteria. La professionalità e la conoscenza sono in questo settore parti importanti e fondamentali quanto l’umanità e l’empatia.

Dovete sentirvi liberi di fare al medico e a tutto l’equipe qualsiasi tipo di domanda e non sentirvi in soggezione; dovete sapere di poter fare affidamento su un personale qualificato durante tutto il percorso che possa rispondere in tempo breve e modo semplice.

Altro punto di vantaggio, nella scelta di un centro di PMA, è il far parte di un network, ovvero una serie di centri sparsi sul territorio o addirittura con sedi anche all’estero perché questo è stesso garanzia di centri ben strutturati con procedure standardizzate all’interno dei quali c’è continuo dialogo e confronto tra più medici/biologi riguardo a tecniche e metodologie.

Ultimo ma non meno importante punto è quello delle terapie personalizzate fatte cioè sulla singola persona o coppia. Una cura ormonale non può assolutamente essere la stessa per donne con età diverse e quadri clinici differenti.